Gli incredibili poteri dei sigilli di Re Salomone

I sigilli di re Salomone

i Sigilli di Re Salomone: cosa sono e quali sono i simboli che sono in grado di metterci in rapporto con gli arcaici archetipi astrali.

Salomone, terzo Re di Israele, la cui saggezza è divenuta leggendaria, non si limitò ad essere un grande Monarca che donò al suo regno un’epoca d’oro, ma fu anche un mago molto potente. Riunì a Gerusalemme un gruppo di saggi provenienti da tutto il mondo proprio perché lo aiutassero a trovare il modo di utilizzare l’energia che queste lettere ebraiche racchiudevano.

Da questo immenso lavoro nacquero i 44 Sigilli (22+22) che presero il suo nome. Contemporanei alla creazione dei Sigilli si attribuiscono a Salomone anche 3 libri: la “Clavicula Salomonis”, il “Lemegeton”( più noto come “La chiave minore di Salomone”) e il “Testamento di Salomone”.

L’inquisizione si scagliò contro queste opere mettendo la “Clavicula Salomonis” all’indice e per lungo tempo di questi testi si perse la memoria in quanto restarono conosciuti solo ad alcuni iniziati privilegiati. Ma quali erano i contenuti che li avevano resi così pericolosi? Basti pensare che secondo la Clavicula l’uomo in grado di utilizzare i Sigilli avrebbe avuto un potere immenso:

“Ovunque tu vada se li avrai con te sarai completamente sicuro per tutta la vita; sarai gradito a tutti, dominerai il fuoco e l’acqua. Ogni cosa creata avrà terrore dei Nomi incisi si di essi e ti obbedirà”.

E oltre a ciò, cosa più importante, vi erano nei libri le istruzioni per il loro utilizzo: riti propiziatori, consigli su come effettuare i rituali, le formule per contrastare le forze del male.. Come se non bastasse, ad ulteriore conferma Salomone nel terzo libro afferma che l’anello magico con il 1° Sigillo gli fu donato dall’arcangelo Michael per poter piegare al proprio volere schiere di demoni e che egli l’avrebbe utilizzato per costringerli ad aiutarlo nella costruzione della sua opera più famosa, una delle sette meraviglie del mondo: il Tempio di Gerusalemme.

È il più noto tra i Sigilli, quello che si trovava sull’anello del Re, la stella a 6 punte, costituita da due triangoli equilateri ribaltati e sovrapposti, l’energia maschile e femminile, un simbolo conosciuto oggi come la stella di David, anche se il suo significato originario era quello di essere un veicolo di energia che difendeva dalle maledizioni e dai demoni.

Oggi la serie dei 44 Sigilli è a disposizione del mondo intero. Ogni sigillo è diverso e contiene simboli che sono in grado di metterci in rapporto con gli arcaici archetipi astrali.

Si possono utilizzare come protezione in quanto sono potenti talismani che oltre ai simboli esoterici dell’alfabeto ebraico contengono incisioni che avvicinano il nome di Dio a versi biblici.

A seconda delle diverse situazioni che dobbiamo affrontare, ci danno la possibilità di venire in contatto con una grande energia che ci potrà guidare oltre e farci superare la nostra limitata dimensione, facendoci giungere alla soglia di una coscienza superiore, dandoci il coraggio di superare la nostra paura dell’ignoto. Potranno darci la forza sufficiente per superare i nostri schemi mentali che ci precludono scelte e decisioni diverse da quelle finora fatte nella nostra vita.

La capacità di interpretare questi Sigilli ed evocare la loro forza non è ancora alla portata di tutti e rimane riservata soltanto ad una ristretta cerchia di Maestri, quindi mi preme di ricordare l’avvertimento che era posto nelle prime pagine della Clavicula, in cui si raccomandava di non diffondere il contenuto a chi non ne era degno.

Per questo motivo la mia raccomandazione è : affidatevi a questi Sigilli perché il loro aiuto è un’arma potente ma non abbiate paura a farvi consigliare da un esperto che a seconda del bisogno potrà dirvi molto su come utilizzarli e indirizzare il loro potere.

Sei curioso di sapere quale Sigillo fà per te ?

PARTECIPA AL CORSO IN STREAMING QUI

Vuoi saperne di più? Scopri i nostri corsi
Articoli correlati
Menu