Come celebrare il rito celtico di Samhain il 31 ottobre

L’inverno è in arrivo, i giorni si accorciano e sono più oscuri e freddi.

Il lavoro nelle campagne è terminato, gli alberi lasciano cadere le foglie e la natura si prepara ad un riparatore letargo e ad lungo sonno invernale.

In armonia e seguendo i cicli naturali anche noi dovremmo rallentare il ritmo e passare più tempo in casa.

Dovremmo approfittare di questo periodo dell’anno per ricentrarci ponendo attenzione ai sottili messaggi che il corpo ci invia, il nostro organismo è impegnato nell’adattamento biopsichico per far fronte alle nuove condizioni ambientali.

E’ tempo proficuo per la riflessione, per porre attenzione a quegli aspetti di noi stessi che necessitano di un cambiamento prima che possa iniziare una nuova vita.

Mettiamo in dispensa la scorta della saggezza acquisita dalle esperienze vissute così che crei nuove basi per costruire il nuovo anno.

E’ un momento adatto alla meditazione e alle arti divinatorie, essendo un momento fuori dal tempo in cui si incontrano passato, presente e futuro.

Samhain è una festa da vivere perché insegna che dopo la fine c’è sempre la rinascita, iniziamo quindi i festeggiamenti prendendo esempio dagli antichi celti! Invitiamo gli amici, accogliamoli nelle nostre case e alla nostra tavola.

Potete inventarvi una frase per coronare il rituale di Samhain e ripeterla per tre volte, scendendo nel vostro cuore.

Vuoi saperne di più? Scopri i nostri corsi
Articoli correlati
Menu